Può il design dell’ufficio favorire l’innovazione?

Caso di studio: DPR Construction

Reston, Virginia, US

Download PDF  (1.2 MB)

Un uomo, visto da dietro, indossa un elmetto e un giubbotto di sicurezza arancione con la scritta DPR Construction.

I nostri clienti

2:31

Case Study: DPR Construction

See how DPR created a workplace primed for innovation.

La temperatura è vicina ai 38 °C quando Randy Shumaker, sovrintendente generale di DPR Construction, visita l'ultimo cantiere aziendale. Una coltre di nubi e raggi di sole ricopre l’imponente edificio rivestito in acciaio; le scintillanti travi a L si ergono perpendicolari verso il cielo dalle sfumature impressioniste.

Questo futuro impianto di produzione è solo un esempio dell'approccio edilizio tecnologico e all’avanguardia adottato dalla società: un approccio che induce molti a unirsi al team DPR.   

“Fondamentalmente, gli edifici stanno insieme proprio come 40 anni fa” afferma Shumaker. “I dadi e i bulloni sono gli stessi, ma è la tecnologia a essere cambiata. Volevo imparare qualcosa di nuovo e l'innovazione mi ha davvero attirato verso DPR”.

"Fondamentalmente, gli edifici stanno insieme insieme proprio come 40 anni fa. I dadi e i bulloni sono gli stessi. Ma è la tecnologia a essere cambiata."

-Randy Shumaker, General Superintendent

Delle persone siedono su sedute Sayl a un tavolo riunione e parlano fra di loro.

Gli innovativi metodi edilizi di DPR hanno migliorato l'efficienza nel modo in cui l'azienda progetta ed edifica le strutture altamente complesse, costruite secondo rigorosi standard di sicurezza, tecnologici e di sostenibilità. Quando per DPR è giunto il momento di trasferirsi in un nuovo ufficio a Reston, in Virginia, il team DPR era entusiasta all’idea di creare un ambiente di lavoro che facesse risaltare le proprie competenze nel settore edile. La nuova struttura rifletterà meglio la cultura collaborativa e di responsabilizzazione dell'azienda; inoltre, incentiverà quello scambio intergenerazionale di idee che contribuisce ad alimentare le menti creative di DPR.

“In parte occorre far crescere le giovani generazioni in modo che possano comprendere la complessità di un edificio", prosegue Shumaker. “A loro volta, i giovani potranno condividere le nuove idee che hanno appreso. Questo farà di noi un team più forte e, quindi, un'azienda migliore”.

Due persone parlano fra di loro a un tavolo alto, mentre un’altra parla al telefono.

Le occasioni per interagire in maniera informale abbondano in tutto il nuovo ufficio DPR. Persone provenienti da ogni parte dell'azienda si imbattono l’una nell’altra quando fanno una pausa nella Plaza (Piazza).

Offrire alle idee più spazio per svilupparsi

Leggi l’articolo

Fare spazio all’innovazione

Prima di trasferirsi a Reston, DPR ha dovuto fare i conti con un ufficio che stava iniziando a impedire la connessione tra le persone, così essenziale per il successo dell'azienda. “Per noi, l'innovazione riguarda la collaborazione: lavorare insieme trovando nuovi modi per risolvere vecchi problemi”, afferma Chris Gorthy, responsabile di progetto di DPR. “Quando abbiamo iniziato a muoverci con difficoltà nel nostro vecchio ufficio per farlo, abbiamo capito che era giunto il momento di cambiare”.

Sebbene l'attuale ufficio di DPR abbia assegnato spazio più che sufficiente alle singole postazioni di lavoro, per i dipendenti DPR lo spazio è "sovraprenotato" e "crea isolamento”. Senza aree comuni per socializzare e con una carenza di sale riunioni, molte persone hanno scelto di lavorare nei loro cantieri invece di venire in ufficio.

Quando il team DPR cercava un nuovo spazio di lavoro, Greg Haldeman, membro del comitato direttivo DPR, spiega che hanno colto l’occasione per realizzare un ambiente di lavoro più collaborativo che riflettesse in modo più adeguato chi sono e che cosa fanno. Il team di progetto ha individuato diversi obiettivi, tra cui questi due: creare un ufficio che metta in evidenza la loro esperienza nel settore dell’edilizia sostenibile e progettare un laboratorio vivente dove testare e misurare strategie per gli ambienti di lavoro che spingano le persone a condividere le conoscenze e a risolvere i problemi in modo creativo.

Per realizzare il primo obiettivo, il team DPR ha deciso di riutilizzare un impianto a Reston, in Virginia. “Abbiamo voluto dimostrare che è possibile riutilizzare un edificio e ottenere comunque la certificazione per edifici a consumo netto di energia nullo (Net Zero Energy Building Certification), persino in un edificio di 35 anni e in una zona climatica difficile. Sarebbe la prima volta per l'area metropolitana di Washington D.C.” aggiunge Chris Hoffman, responsabile di progetto di DPR.  Dopo aver costruito altri tre uffici DPR a consumo netto di energia nullo, il team disponeva di una grande quantità di dati e opinioni per dare forma al progetto. La sostenibilità, tuttavia, è stata solo l'inizio.

"Herman Miller ci ha aiutato a pensare al verbo invece che al nome di ogni spazio: riflettendo su cosa fanno le persone e progettando l'ambiente intorno a quella idea".

-Chris Gorthy, Project Executive

Un uomo è seduto alla scrivania all’interno di uno spazio da ufficio chiuso da pareti di vetro.

DPR voleva creare un ambiente lavorativo che stabilisse nuovi standard per il futuro della progettazione degli ambienti di lavoro. Per poter raggiungere tale obiettivo e tradurre l'approccio progressivo dell'azienda alla costruzione in un design degli ambienti di lavoro, DPR si è rivolta a Herman Miller e al suo approccio Living Office basato sulla ricerca.

Durante il periodo trascorso da DPR presso Herman Miller, gli specialisti hanno guidato il team attraverso il processo di scoperta di Living Office. Questo workshop ha fornito a DPR e al suo partner di progettazione, SmithGroupJJR, gli strumenti necessari per individuare e concentrarsi sullo scopo, il carattere e le attività dell'azienda.

Quando si è recato nella sede centrale di Herman Miller, nel Michigan occidentale, Gorthy è rimasto sorpreso di apprendere che questo approccio era molto più di un semplice arredamento. “Pensavo che in questo viaggio ci avrebbero parlato più di mobili, invece siamo stati conquistati dall’approccio 'placemaking' e da quello che potrebbe essere l'ambiente di lavoro” ha spiegato. “Herman Miller ci ha aiutato a pensare al verbo invece che al nome di ogni spazio: riflettendo su cosa fanno le persone e progettando l'ambiente intorno a quella idea”.

Per DPR, il verbo che è maggiormente venuto fuori durante il processo di scoperta è stato “collaborare”. L’insieme di appaltatori, architetti, ingegneri e project manager che lavorano in ufficio e sul campo necessitava di un’ampia varietà di configurazioni in cui potersi connettere con facilità e mettersi in pari con i progetti. Per far fronte alle diverse sfumature di tali incontri, solo poche sale riunioni standard non sarebbero state sufficienti.

“La visita presso Herman Miller ha aiutato DPR a dare priorità a ciò che riteneva importante”, afferma Marc Schneiderman, responsabile del design di SmithGroupJJR. “Vedere gli arredi e le configurazioni in tutto l'ufficio ha dato loro dei riferimenti visivi su come il loro ambiente di lavoro potesse avere una disposizione più flessibile”.

Dei dipendenti siedono su sedute Aeron e seguono una presentazione in una sala riunioni.

Questa configurazione Forum flessibile riunisce le persone provenienti da ogni parte dell'azienda con arredi e strumenti che stimolano la condivisione di idee.

Predisposto per l’interazione

Grazie al processo di scoperta di Living Office, DPR e SmithGroupJJR hanno acquisito nuove conoscenze, frutto di ricerche sullo stile interattivo di lavoro del team; tali conoscenze hanno aiutato il team a determinare il giusto equilibrio di configurazioni necessarie all’azienda per avere successo. Dalle configurazioni Meeting Space (Aree Riunioni) e Workshop (Laboratori) per le attività di gruppo alle configurazioni Hive (Alveari) e Haven (Rifugi) per le attività individuali, Living Office ha offerto al team di progettazione un insieme di 10 configurazioni ottimizzate per il lavoro e l'interazione. Ha fornito inoltre uno strumento per valutare le prestazioni degli ambienti di lavoro dopo il trasferimento del team.

“DPR non ha solo ripristinato un edificio in rovina” afferma Schneiderman. “Gli ha dato una nuova personalità”. Questa nuova e brillante personalità si spinge oltre gli arredi attraenti, i colori vivaci e le piante lussureggianti, verso ambienti di lavoro con obiettivi seri. Tutto, dalla cucina allo spazio connettivo a una molteplicità di configurazioni di gruppo, è predisposto per supportare la cultura collaborativa di DPR.

“Dal punto di vista degli ambienti di lavoro, abbiamo creato molte aree di attività per le persone” sottolinea Gorthy.  “Abbiamo preso la cultura dell’open space e l’abbiamo abbinata a uno spazio di portata mondiale, che consente alle persone di connettersi”.

Un grafico che mostra le attività lavorative supportate prima e dopo la riconfigurazione di un ufficio.

Molto volutamente, il nuovo spazio d’ufficio offre opportunità di interazione di ogni tipo. Le interazioni che più contano per DPR sono quelle non prevedibili.

“Herman Miller ci ha parlato di come è possibile progettare conversazioni improvvisate, cosa a cui non avevo mai pensato” dice Jodi Paci, responsabile sviluppo commerciale in DPR. Se l’ufficio dispone soltanto di sale riunioni ed è privo di spazi per poter conversare, non sarà altrettanto vincente. Le conversazioni estemporanee non avvengono solo per caso. Sono necessarie delle configurazioni che le facilitino”.

Persone sedute di fronte ai propri computer in uno spazio di lavoro aperto.

La disposizione aperta e flessibile del nuovo ufficio rende facile alle persone interrompere le loro attività individuali per chiacchierare, fare domande o condividere idee.

Questa interazione improvvisata è qualcosa che Paci osserva in prima persona mentre porta in giro i potenziali clienti. Lo nota nella spaziosa e luminosa configurazione Hive, in cui le persone che lavorano fianco a fianco possono facilmente connettersi con i colleghi e fare domande.

Un grafico a barre che confronta come le attività lavorative siano supportate prima e dopo la ristrutturazione dell’edificio di DPR Construction.
Un grafico mostra le sensazioni dei dipendenti nei confronti delle zone di lavoro informali.

Oltre allo spazio di lavoro principale, un lungo corridoio aperto circondato da configurazioni Meeting Space, Workshop e Haven con pareti in vetro offre alle persone una scelta di ambienti in cui poter esaminare progetti, fare brainstorming, conversare in tutta tranquillità o dedicarsi ad attività individuali.  

“Avevamo tre sale riunioni nel vecchio edificio” aggiunge Shumaker. “Qui disponiamo di 10-12 diversi Meeting Space tra cui scegliere, ed è possibile scegliere la sala adatta al tipo di interazione che si desidera avere. Se i dipendenti sono bloccati su un problema, si sentiranno più a loro agio usando il nuovo ambiente per iniziare un brainstorming e intrattenere conversazioni”.

Due persone guardano lo schermo di un computer sedute in una zona lounge con luce naturale.

Appaltatori, soprintendenti e altri dipendenti che sono spesso sul campo dispongono ora di una varietà di configurazioni in cui potersi incontrare e aggiornare reciprocamente sui progetti.

Un grafico mostra le sensazioni dei dipendenti nei confronti della collaborazione sul lavoro.

Un wine bar funge da configurazione Landing (Aggregazione) appena fuori dal grande Forum DPR, che svolge la doppia funzione di punto di ritrovo preferito per le grandi riunioni aziendali e di sala di formazione per i dipendenti. Qui, le persone oscillano tra riunioni e incontri informali davanti a un drink o a degli snack al bar.

“Attualmente ospitiamo riunioni a livello nazionale, che non potevamo consentire nel nostro precedente ufficio” afferma Chris Gorthy. “Possiamo coinvolgere esperti di tutta l'azienda che interagiscono con i nostri dipendenti. Le persone condividono storie e informazioni e quello scambio di conoscenze ci aiuta a fare chiarezza e a risolvere i problemi”.

People stand and drink wine at a high-top table.

Nella configurazione Plaza, collocata in posizione centrale, le persone godono dell'aspetto più sociale del lavoro. A proprio agio tra loro, le persone condividono le proprie idee e hanno la fiducia necessaria per aiutare gli altri a dare forma alle loro.

I risultati sono arrivati

“La particolarità in DPR è che ha una cultura molto coesiva e collaborativa” afferma Schneiderman. “Ma ciò non era così evidente nella struttura precedente. Il layout non aveva una logica rispetto allo svolgimento della sequenza di attività quotidiane. Il nuovo ambiente di lavoro rappresenta una vera e propria rivoluzione per DPR. Si adatta con fluidità al loro modo di lavorare”.

Prove di tipo quantitativo provenienti da ricerche effettuate da terze parti dimostrano che questo cambiamento sta migliorando le prestazioni sia per le persone sia per l'organizzazione. Herman Miller ha condotto un sondaggio Leesman sull’efficacia degli ambienti di lavoro sia prima che dopo il trasferimento nel nuovo ufficio. I risultati positivi collocano DPR tra le prime dieci aziende ad alte prestazioni per il 2017.

Un grafico di dati mostra l’efficacia del luogo di lavoro prima e dopo.

Leesman è un servizio di benchmarking globale che raccoglie e analizza i dati sull'efficacia degli ambienti di lavoro di migliaia di organizzazioni. L’ottimo punteggio ha fatto conquistare a DPR un accreditamento Leesman+ – un risultato raggiunto solo dal 6% delle organizzazioni partecipanti – ponendola così nella top ten delle aziende Leesman ad alte prestazioni per il 2017.

DPR sta inoltre valutando il proprio ambiente di lavoro rispetto agli standard dell'International WELL Building Institute, ente che promuove la salute e il benessere negli edifici a livello globale. Tra le varie altre categorie, DPR ha ottenuto dei punteggi eccellenti per le considerazioni di natura progettuale che procurano benessere psico-fisico, tra cui le scrivanie sit-to-stand (regolabili in altezza) e le configurazioni che offrono tranquillità e riservatezza.

Con la certificazione WELL che misura l'efficacia della struttura e l’indice Leesman che misura il grado di soddisfazione dei dipendenti rispetto alla stessa, Gorthy ritiene che l’ambiente di lavoro di DPR stia aiutando le persone a realizzare lo scopo dell'organizzazione. “Il nostro investimento in questo nuovo ambiente è stato fatto per le nostre persone, ma ci permette anche di sfruttare il nostro ufficio per fornire informazioni agli altri. Possiamo condividere ciò che abbiamo realizzato da noi – il modo in cui dimostriamo rispetto per gli individui e l'ambiente – e avere un impatto più ampio sulla società”.

A man sits in a Swoop lounge chair while looking at his laptop.

Realizzando degli ambienti di lavoro che si prendono cura delle esigenze fisiche ed emotive delle persone, DPR ha creato una vetrina per i principi dell’edilizia eco-sostenibile che promuove presso i clienti.