Prodotti di Jerome Caruso

All’età di 12 anni, Jerome Caruso ha capito quale sarebbe stata la sua carriera quando un amico di suo padre lo ha introdotto al disegno industriale e al concorso General Motors per il progetto di un’auto futuristica. “Ho lavorato in cantina ogni giorno dopo la scuola per mesi”, ricorda Caruso, “sviluppando modelli in creta per un’auto e trasferendo il disegno in un blocco di legno e incidendolo a mano. È stato allora che ho capito cosa volevo fare, soprattutto dopo aver vinto un premio”.


Caruso ha perfezionato la sensibilità del suo design in Europa negli anni ‘60. Come studente laureato all’Università di Copenhagen, ha lavorato anche nel più importante studio di progettazione della città. “C’era un approccio sensibile al design europeo che mi ha colpito in modo indelebile”, ricorda.

Decidendo poi di continuare da solo, Caruso ha realizzato diversi progetti in Scandinavia; all’età di 26 anni, ha aperto uno studio a Bruxelles con clienti in Belgio, Inghilterra, Francia e Germania. Successivamente è tornato negli Stati Uniti e ha nuovamente aperto uno studio indipendente. I suoi svariati progetti spaziano dall’ingresso all’avanguardia di Motorola nella produzione di moduli LCD per orologi al design e alla progettazione della prima sedia impilabile prodotta completamente da macchinari per il mercato americano (ora nella collezione di Arte Americana del Chicago Art Institute).

“Quanto più grande è la sfida, tanto maggiore è il divertimento nell’escogitare una soluzione”.

- Jerome Caruso

Caruso è meglio conosciuto come il primo e unico designer di Sub-Zero per oltre 20 anni, responsabile dell’intera linea di sofisticate icone della refrigerazione e primati leader del settore, incluse le unità per la conservazione dei vini. Ha inventato il rivoluzionario sistema cassetto-e-armadio di Sub-Zero, considerato uno dei 10 migliori prodotti del ‘95 dalla rivista Time. Per il debutto di Wolf del 2002, il partner aziendale di Sub-Zero, ha progettato 25 nuovi apparecchi di cottura in 18 mesi.

Con oltre 75 brevetti di design di cui fregiarsi, Caruso ha un approccio pratico e segue tutte le fasi: ideazione, disegno, prototipo e costruzione. “Tanto più grande è la sfida, tanto maggiore è il divertimento per trovare la soluzione”, dice. È interessato in special modo alle sedute e ricorda perfettamente la sfida della seduta Reaction di Herman Miller, pluripremiata e dalle elevate prestazioni, che ha progettato con il figlio Steven.

Ma la seduta Celle di Herman Miller, dice sorridendo, era il “Monte Everest del divertimento. All’inizio, ho immaginato una superficie ‘intelligente’ e molto costruita che potesse rappresentare il massimo del comfort per una seduta. Ho immaginato centinaia di piccole “cellule”, ognuna delle quali consisteva in un cuscinetto con anelli simili a molle per sostenere e rispondere alle varie zone anatomiche”. E, dopo anni di sviluppo e sperimentazioni, la seduta Celle finisce per riflettere il concetto originale.

Oggi, dal suo spazioso studio illuminato dal cielo di Lake Forest, Illinois, Caruso continua a divertirsi con il design allo stesso modo di quando lo ha scoperto per la prima volta da ragazzo. “Il mio obiettivo è stato sempre quello di unire funzione e arte in prodotti con prestazioni superbe e un bel look” , dice.