Prodotti di Mark Goetz

“Mark Goetz desidera che gli utenti si sentano a proprio agio con le sue creazioni, come se ciascun pezzo fosse stato progettato specificamente per loro”.

Mark Goetz sa che le persone si sentono vicine ai propri mobili. Quindi, il suo obiettivo è di progettare mobili che si adattino alla vita delle persone con la stessa facilità con cui si adattano al corpo umano.

“Voglio che sentiate che i miei progetti sono i vostri, come le vostre cose preferite che avete in casa”, dice Mark. “Non voglio solo progettare cose che rispettiate, ma oggetti che amiate”.

Mark cominciò a progettare oggetti da amare quando era studente al Pratt Institute di Brooklyn. Durante quegli anni al Pratt fu fortemente impressionato dalle lezioni di George Nelson e poi di Isamu Noguchi. Conobbe anche Ray Eames, che partecipò a una revisione del suo lavoro. “Conoscere di persona questi maestri del design alimentò la mia eccitazione per il futuro”, ricorda oggi Mark. “Mi ha anche insegnato che l’umiltà è essenziale se si vuole continuare a imparare per tutta la vita”.

Dopo il diploma, Mark fu assunto da vari studi di design di New York, dove lavorò a vari progetti, fra cui prodotti di consumo, e mostre per il Museo Americano di Storia Naturale. In seguito, a 24 anni, fondò il suo studio di design. Mentre si divertiva a creare prodotti per bambini per Marimekko, borse per Le Sportsac e cristalli per Steuben, la sua vera passione rimaneva quella per i mobili.

Nel corso della sua carriera, Mark ha progettato una scrivania usata da un ex presidente degli Stati Uniti, sedute lounge usate per le interviste del programma “Today” della NBC e la seduta per il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti a Washington DC.

Inoltre tornò successivamente al Pratt, questa volta come professore, dove per 20 anni insegnò progettazione ai giovani studenti e tenne la cattedra di Graduate Furniture Studio. Ha anche tenuto frequenti lezioni sia negli Stati Uniti che in altri paesi.

Fra i suoi contributi alla Collezione Herman Miller il divano Goetz, pensato per fare elegante mostra di sé da solo o per accompagnare alcuni dei classici prodotti per la casa o l’ufficio che definiscono il design del 20° secolo. “Se potessi di nuovo sedermi in una stanza con Nelson, Noguchi o Eames, starei ancora ad ascoltare piuttosto che parlare”, ammette Mark. “Le mie esperienze preferite nascono quando imparo. Quando ho progettato il divano ho assunto quel ruolo, ho cercato di capire le qualità della Collezione che la rendevano così straordinaria. Volevo creare qualcosa che le aggiungesse rispettosamente qualcosa”.

Contributi più recenti alla Collezione comprendono la seduta Full Twist e la seduta Taper, entrambe progettate da Mark per Geiger, un’azienda Herman Miller. Nel 2017, la seduta Taper ha vinto il premio Best of NeoCon Gold della rivista Contract nella categoria sedie da lavoro ergonomiche.

Mentre i prodotti che Mark ha progettato dimostrano la sua versatilità come designer, in tutti ricorrono temi simili. “Cerco di dare ai miei oggetti un’espressione quieta, riservata, in modo che si adattino a una varietà di ambienti – spiega – ma cerco anche di proporre forme interessanti a cui le persone rispondano davvero, originali e ispiratrici”.

Innanzitutto, dice Goetz, “Desidero che la gente sia a suo agio con il mio lavoro, in modo che senta che è creato appositamente per loro”.

Ufficio/Studio

TZ Design
Brooklyn, New York